LeGrandJeu

Obey & Obama: il ritorno

La copertina del nuovo numero dell'Huffington Post Magazine, realizzata da Christoph Niemann, mi ha particolarmente colpito.

Non è la prima volta che l'Obama Hope di Shepard Fairey viene preso di mira. Nel novembre 2008, la destra americana ha diffuso l'immagine dell’Obama Joker, mentre l’Obama Communist è stato realizzato più recentemente per contestare il piano di riforma del welfare americano sostenuto da Obama.

 

Questa nuova immagine supera ed oltrepassa i limiti finora raggiunti. Non si limita più a sovvertire il volto di Obama, adattando o meno lo stile grafico dell'immagina prodotta da Shepard Fairey a messaggi diversi. Il volto di Obama scompare semplicemente, strappato da ignoti passanti. Siamo, insomma, in piena iconoclastia.

Tuttavia, c'è una differenza fondamentale tra queste tre immagini. Mentre le ultime due sono state elaborate dalla destra americana, l'ultima (e la più recente) è comparsa sulla copertina di un giornale generalmente vicino al partito democratico. L'Huffington constata l'usura dell'immagine riformista che Obama era riuscito ad incarnare durante l'ultima campagna per le presidenziali americane.

La macchina da guerra della propaganda si sta quindi ri-avviando. Resta da capire cosa faranno gli street artists che hanno sostenuto Obama nel 2008 e, soprattutto, se sosterranno ancora e con quali immagini il presidente uscente.

  • barack obama
  • shepard fairey
  • obey
  • huffington
  • huffington post magazine
News
News
Hurry Up!

Hurry Up!

Le Ministère lance un appel à projets pour le street art...

  • appel à projet
  • street art
  • france
  • ministère de la culture
  • ministère de la culture et de la communication
News
News
Fake Invader

Fake Invader

Contraffazione e street art: chi l'avrebbe mai detto? Dopo le false stampe di Banksy, adesso su Ebay dilagano i falsi mosaici di Invader.

  • invader
  • falsi