LeGrandJeu

Loading slider...

L’arte a processo

 

In questi ultimi giorni, un nuovo capitolo si è aggiunto alla storia del tormentato rapporto tra pratiche artistiche urbane e sistema giudiziario. A finire al centro della cronaca giudiziaria, questa volta, è stato Andrea Alzetta alias Sqon.

Il writer di Pordenone, i cui gatti variopinti sono diventati nel corso degli anni un vero e proprio segno distintivo, è stato, infatti, assolto con formula piena dal Tribunale di Venezia, poiché il fatto non sussiste. Sqon, come riporta il Messaggero Veneto, era stato denunciato nel 2011 dalla Polizia Locale veneziana per avere “danneggiato, deturpato e imbrattato” sei siti storici della città lagunare.

La sua è, dunque, l’ennesima sentenza di assoluzione con formula piena dopo quelle emanate dal Tribunale milanese nel 2012 e nel 2014. Tuttavia, l’effettiva portata di quest’ultima sentenza potrà essere compresa solo dopo la pubblicazione della motivazione alla base della decisione. Nel frattempo, la decisione del giudice ha però sollevato critiche da parte delle associazioni responsabili dei cleaning days veneziani, le quali temono che il precedente possa aprire la strada dell’impunità per tutti i writers attratti dalle superfici della Serenissima.

Quali che siano le motivazioni della sentenza, sembra comunque prevedibile che contribuiranno ad alimentare il dibattito mai sopito tra estimatori e critici delle forme d’arte illegali.

 

Manuel Dellamotta

  • sqon
  • assoluzione
  • processo
  • graffiti
  • arte
  • vandalismo
  • venezia
War Bulletin
War Bulletin
Il processo di Noir

Il processo di Noir

Il writer Noir è stato processato e condannato qualche giorno fa in Gran Bretagna.

  • noir
  • graffiti
  • processo
War Bulletin
War Bulletin
L’Assessore ai graffiti

L’Assessore ai graffiti

A Toronto, in Canada, una commissione comunale giudica i graffiti per stabilire se meritano di essere conservati.

  • graffiti
  • city council
  • toronto
  • vandalism
War Bulletin
War Bulletin
A caccia di Banksy sui Navigli

A caccia di Banksy sui Navigli

Un writer milanese vende finti Banksy per pagarsi l'avvocato...

  • milano
  • writer
  • banksy
  • falsi banksy
  • processo
  • repressione graffiti