LeGrandJeu

Dalla strada allo schermo

David Diavù Vecchiato (sulla sinistra) assieme a Nicola Verlato (sulla destra), davanti a uno dei muri del Quadraro

 

Qualche anno fa, avevo trovato interessante M.U.Ro, il progetto a metà tra street art e arte pubblica condotto da David Diavù Vecchiato a Roma nel quartiere del Quadraro. Semplice, diretto, efficace, attento a mantenere quanto più aperto possibile un dialogo con gli abitanti del quartiere. A modo suo, M.U.Ro è uno di quei progetti che vorresti vedere riprodotti a macchia d'olio in quante più città possibili, non tanto perché migliora il panorama visivo di zone spesso dimenticate dalle istituzioni, quanto perché porta l'arte ad avere una vera e propria funzione di collante sociale. Gli incontri e gli scontri che si generano attorno agli interventi artistici permettono agli abitanti di un quartiere di testare concretamente e quotidianamente come cambia lo spirito di quella parte di città in cui sono nati o in cui magari sono arrivati solo da qualche anno.

In seguito, ho scoperto con altrettanto interesse RiFatto, il progetto che lo ha legato al Fatto Quotidiano con un concept tanto chiaro quanto efficace: prendere uno di quegli ecomostri che hanno distrutto il paesaggio italiano e affidarne una "riqualifica" fittizzia ad un artista, chiedendogli di immaginare come lo ridipingerebbe. Di Rifatto, prima ancora che la selezione degli artisti, ho ammirato il carattere di critica costruttiva, perché attira l'attenzione dei lettori sul lavoro di una nuova generazione di artisti che si batte per migliorare il panorama visivo delle nostre città, lasciando al tempo stesso apparire una cartografia di zone che attendono di ritrovare vita nelle nostre città, raccontando la vita e la ormai non-vita di palazzi abbandonati.

 

La puntata di Rifatto in cui è stato ospite Millo

 

In questi mesi, David Diavù Vecchiato curerà invece una nuova trasmissione televisiva, prodotta da Level 33 per Sky Arte HD. La prima puntata di MURO, che si avvale anche della collaborazione di molti giornalisti del Fatto Quotidiano, è andata in onda lo scorso 29 settembre. Il concept in questo caso prevede di di accostare otto artisti ad otto località (Nicola Verlato a Roma, Rak & Bezt a Caserta, Ella & Pitr e Elian Chali a Gaeta, Jim Avignon a Ravenna, Axel Void a Mosciano Sant’Angelo (TE), Zio Ziegler ad Arcevia, Gary Baseman a Giffoni Valle Piana e Buff Monster a Olbia) e di seguirli mentre realizzano un’opera destinata potenzialmente a diventare un'icona della zona prescelta.

Che la street art dovesse prima o poi finire nel collimatore di un media come la televisione era largamente prevedibile. Non è, d'altronde, la prima volta che accade, nemmeno in Italia. Quanti di voi ricordano il talent show diretto da Ozmo e Francesca Mezzano, di cui si produsse soltanto un episodio? Io stesso, grazie al lavoro di Ragù Communication e Fandango, riuscii a produrre il pilota di una nuova trasmissione "urbana", che non trovo' pero' una rete disposta a finanziare la produzione della prima stagione. Nel mentre, la parte del leone su questi argomenti in Italia se l'è ritagliata quindi Sky Arte, grazie anche all'interesse non troppo velato del suo direttore, Roberto Pisoni, per i graffiti e per la street art. Quel che allora c'è da augurarsi, per gli anni è venire, è che le reti televisive abbiano il coraggio di sostenere progetti come MURO e che non si accontentino solamente di dare spazio a quella "street flavoured art" (arte al sapore di strada), come la definisce Ulrich Blanché, alla base di trasmissioni come Street Art Masters.

  • muro
  • sky arte
  • televisione
  • trasmissione
  • street art
  • david diavù vecchiato
  • fatto quotidiano
News
News
Seize Art Fare

Seize Art Fare

Un appuntamento clandestino e totalmente illegale che ci farà dimenticare il mitico Cans Festival?

  • london
  • street art
  • seize art fare
News
News
Nuart’s Fight Club

Nuart’s Fight Club

A one-hour debate focused on what we use to call muralism...

  • nuart's fight club
  • street art
  • graffiti
  • urban art
  • nuart festival
  • evan pricco
  • rj rushmore
  • vandalog
  • maismenos
  • mathieu tremblin